L'Armata Brancaleone di Faerun

Greenest Sotto Attacco!

Sessione #1

Arrivati a sera nelle vicinanze di Greenest, gli avventurieri vedono che il villaggio è sotto attacco da parte di un gruppo di razziatori (umanoidi e coboldi) e… di un Drago Blu!!
Entrati nel villaggio, riescono a salvare alcuni abitanti dai predoni (Quarkilith pregando il suo Dio Aesal, riesce miracolosamente a salvare le sorti di un bambino ferito a morte dalla fionda di un Coboldo) e a raggiungere in tempo la fortezza prima che i portoni fossero definitivamente chiusi. Da questo momento fino ai giorni successivi, sembra che Quarkilith abbia una sorta di debito Karmico con la sua divinità: per salvare la vita del bambino, dovrà sacrificare la sua salute!
Una volta all’interno della fortezza, il governatore Nighthill della cittadina ed il suo castellano Escobert il Rosso li accolgono ringraziandoli per aver aiutato i loro concittadini e vedono in questi avventurieri un possibile aiuto alla difesa della città durante la notte. Quindi, senza chieder nella in cambio (ma forse contando su un tornaconto personale successivo), la banda decide di dare una mano a questa povera gente, assecondando le richieste del goverantore.
La prima impresa della notte, che interrompe bruscamente il colloquio con Nighthill, è stata quella di difendere la porta secondaria della fortezza, appena sfondata, e ripararla, mentre i soldati finivano di eliminare i banditi penetrati all’interno.


Draco da Imboscata (creature ammaestrate e al seguito dei razziatori)

Dopo la prima impresa e acquistando ancor più fiducia presso Nighthill, questi affida alla sconclusionata bandail compito di difendere il Mulino e le scorte del villaggio al suo interno, possibilmente riuscendo anche a catturare qualche predone da interrogare sui motivi di questo attacco e sui mandanti. Questa seconda impresa tuttavia parte già col piede sbagliato… nonostante col suo “charme” Wuaua riesca ed evitare che un’ondata di ratti li attacchi mentre percorrono il passaggio segreto che unisce la fortezza al fiume, all’uscita dal tunnel il gruppo cerca di aggirare un manipolo di coboldi; Quarkilith, sgamato quasi subito, cerca di allontanarsi in volo, ma le sassate delle fionde dei coboldi lo fanno immediatamente precipitare a terra. Per fortuna il resto della banda, tendendo un’imboscata ai coboldi, li elimina facilmente. L’arrivo al Mulino andrà però peggio: si rivelerà essere un’imboscata dei banditi, che avevano addocchiato gli avventurieri durante il salvataggio degli abitanti. In questa occasione Quarkilith comincia a pagare seriamente il suo debito divino: viene ferito gravemente, riportando una profonda cicatrice al volto che squarcia anche parte del becco!
Riuscendo tuttavia a sventare l’imboscata e rientrati conci e acciaccati alla fortezza con un bandito appresso, gli avventurieri assistono impotenti e terrorizzati all’attacco del Drago Blu, che col suo soffio elettrico stermina decine di poveri soldati del villaggio (perché andare a prendersi dei fulmini in faccia come fanno quelle stupide guardie!!)… fortunatamente il drago sembra quasi “annoiarsi” e dopo un po’ abbandona la zona. Intanto Escobert, interrogando il predone, riesce a venire a conoscenza che a guidare la razzia c’è il Culto del Drago!
La dura notte si conclude infine con l’arrivo di un possente nemico: Langdedrosa Cyanwrath. Questi, visto che la razzia è andata bene, si sente generoso e propone di liberare degli ostaggi se qualcuno avrà il coraggio di sfidarlo a singolar tenzone. Dopo un’accesa discussione tra Quarkilith, Dantes e Drakkar, il primo di questi riesce a prevalere e a sfidare il potente Mezzodrago… Venendo sconfitto pesantemente e trafitto da parte a parte dal grande spadone del guerriero…

Comments

GMfra0013

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.